Un percorso evolutivo al passo con l’evolversi del mercato

Skip to entry content

Come tutti sappiamo la politica di brand è una leva di essenziale importanza nel settore vinicolo: il marchio rappresenta in sostanza ciò che il consumatore percepisce, non è semplicemente un nome, un simbolo, ma implica una connessione emotiva.
Il nostro settore predilige canali di comunicazione diversi dai tradizionali e per questo la marca è considerata come una persona, che si definisce attraverso identità, passioni, punti di forza o debolezza, azioni e progetti, relazioni costruite. È come un contenitore da riempire quotidianamente con tutto quello che fa parlare di noi, ed è importante trovare e sottolineare i fattori che ci contraddistinguono.
Questi elementi sono oggi ancora più importanti perché i consumatori sono sempre più desiderosi di costruire un rapporto trasparente, di instaurare relazioni e conversazioni con le aziende.

Alla base di questa rivoluzione nei rapporti tra aziende e consumatori ci sono soprattutto i Millennials, ovvero la popolazione di età compresa tra 18 e i 35 anni. Questo gruppo rappresenta la generazione più popolosa al mondo ed è quella destinata a sostituire i consumatori delle generazioni precedenti. Negli Stati Uniti, primo mercato per il made in Italy e importante mercato anche per noi di Tenuta Fontana, il sorpasso c’è già stato: gli 80 milioni di Millennials americani rappresentano la generazione che in quantità beve più vino di qualsiasi altra, con il 42% di tutti i consumi. Ed è proprio un confronto tra i Millennials statunitensi e quelli italiani -condotto da una ricerca di Nomisma Wine Monitor commissionata da Verallia- che ha scoperto differenze di atteggiamento: i giovani adulti americani scelgono il vino per la notorietà del brand (32%) piuttosto che per la tipologia di vino (21%).

Come Tenuta Fontana stiamo cercando di evolverci al fine di andare incontro alle richieste di interazione provenienti dai consumatori e, soprattutto dai Millennials: siamo presenti sul web con un sito multilingua in modo da favorire l’internazionalizzazione del marchio mentre sui social -per riuscire a comunicare e costruire relazioni con la nostra community- abbiamo avviato la costruzione di uno storytelling capace di rappresentare il “dietro le quinte” della nostra realtà.

Negli ultimi anni abbiamo partecipato e sponsorizzato un numero crescenti di eventi come Mashable Social Media Day Italy, Casa Sanremo, Concerti come quello di David Gilmour, Elton John, partecipando ad eventi quali Expo 2015, la Vogue Fashion Night e molti altri di portata a livello nazionale e internazionale.

Questo percorso ci ha portato un’importante evoluzione in termini di brand reputation e molti riconoscimenti, solo per citarne alcuni: “Premio Impresa 2017” (premiata come eccellenza del territorio), “Guida Oro I Vini di Veronelli” (siamo entrati a far parte dell’edizione che raccoglie non solo i vini italiani di prestigio, ma anche la passione, la tradizione e la storia.

Anche la presenza in fiere specializzate è stata gestita in modo da aumentare la consapevolezza da parte del consumatore dei valori che rappresentano la nostra marca: nella recente fiera di Shanghai (International Alcoholic Drinks Fair) abbiamo ad esempio dato grande risalto allo stretto rapporto che deteniamo con il nostro territorio.

Come detto il mercato ed il consumatore sono in costante evoluzione, noi di Tenuta Fontana cerchiamo quotidianamente di essere all’altezza delle importanti sfide che il mercato ci impone.

 

Written by Admin